Cappotto in sughero

Resistenza al fuoco

Iscriviti alla newsletter Iscriviti ai nostri workshop
Cappotto in sughero post incendio

Un dettaglio del cappotto appena iniziata la sua rimozione

Come riportato nel benestare Tecnico Europeo, il Cappotto in sughero SecilVit Cork offre una classe di resistenza al fuoco di categoria B-s1-d0.

Questa sigla sta ad indicare che, oltre ad avere un comportamento al fuoco di classe B) in una scala da A a G, dove A sono i prodotti non infiammabili), il sistema cappotto SecilVit Cork, in caso di incendio, è caratterizzato da una produzione di fumo, in quantità, di classe S1 (in una scala da 1 a 3, dove 1 è il valore minimo), e dall’assenza di gocciolamento. Tale classificazione rende il cappotto SecilVit Cork utilizzabile anche nelle “vie di fuga”.

Un caso reale

Le foto riportate in questa pagina, mostrano come si comporta un cappotto realizzato in sughero Tostato Corkpan in caso di incendio.

Si tratta di un caso reale, in cui dell’erba messa a seccare accanto alla parete dell’edificio ha preso fuoco, investendo il muro ed il serramento.

Cappotto in sughero post incendio

Il sughero asportato nel corso delle operazioni di ripristino del cappotto.

Una volta spento l’incendio, le foto documentano lo stato in cui si trovava il cappotto. Il sughero si presenta perfettamente compatto e carbonizzato solo nei primi millimetri del suo spessore. Come sintetizzato dalla sigla d0 della classificazione internazionale, l’isolante non si è “sciolto, provocando gocciolamento e la rete, con la rasatura è rimasta ben aderente al pannello in sughero e quindi al supporto in muratura.

Mentre l’Infisso è andato completamente bruciato, per quanto riguarda il cappotto, il nostro cliente ha dovuto solo riparare l’isolamento, tinteggiando nuovamente l’abitazione.

Secondo il protocollo di posa, la riparazione del cappotto deve avvenire asportando una superficie di materiale superiore a quella realmente danneggiata, per garantire la massima efficacia dell’intervento di riparazione.

Emissione di fumo

Non contenendo alcun composto chimico, l’eventuale incendio dei pannelli di sughero Corkpan non producono alcun gas nocivo per la salute umana, né inquinante per l’ambiente. Come dimostrato dalla sigla s1, anche la produzione di fumo, in caso di incendio del cappotto SecilVit CORK, è minima.

Uno studio del Politecnico di Milano

Di seguito riportiamo un estratto dal lavoro di ricerca sul sughero Corkpan effettuato dal Dip. di Chimica del Politecnico di Milano.

“Nella pratica una fiamma diretta sulla superficie di una lastra di sughero produce un progressivo annerimento dovuto alla carbonizzazione, seguito dalla formazione di piccole sezioni incandescenti che si estinguono nel giro di pochi secondi. Questo fa si’ che il sughero non sia in grado di sostenere una fiamma, e l’effetto dovuto ad una esposizione prolungata al fuoco produce, più che altro, lo sgretolamento del materiale in seguito alla evaporazione della suberina cristallizzata che funge da collante tra i granuli espansi del materiale. Questo si riscontra nelle applicazioni del pannello a mo’ di cappotto esterno, sia posato a faccia a vista, che intonacato. ”

Testo estratto dal lavoro di Tesi “EFFICIENZA ENERGETICA ED ECOSOSTENIBILITÀ IN EDILIZIA – ANALISI LCA DEL PANNELLO CORKPAN E VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO AL FUOCO ” – Politecnico di Milano, 2014