Bionews

14 giugno 2017

Consegnato ad Accumuli l’edificio Hi-Low con sughero a vista

Tecnosugheri e lo studio Pedone hanno collaborato alla donazione di un edificio ad elevata efficienza energetica usata come spaccio alimentare ad Acccumuli
Tecnosugheri, insieme a Pedone Working ed altre aziende, hanno donato un edificio ad elevata efficienza energetica al Comune di Accumuli.

Una cordata di aziende, capitanata dalla pugliese Pedone Working, hanno partecipato alla realizzazione di un edificio ad elevata efficienza energetica e a bassissimo impatto ambientale, che è stato donato il 12 giugno alla cittadinanza di Accumuli.

L’edificio, che ospita un piccolo spaccio alimentare, vuole  essere un simbolo della rinascita sostenibile, non solo delle zone terremotate, ma di tutto il Sistema Paese.

Aziende quali Pedone Working, Tecnosugheri, Biomattone, Scaff System ed Arcelor Mittal, insieme ad altre realtà, hanno donato materiali, know-how e ore di lavoro per realizzare questo sogno di speranza agli abitanti di Grisciano, frazione di Accumuli.

Il progetto

Il progetto, chiamato Casa Hi-Low, rappresenta una soluzione abitativa pre-fabbricata, completamente naturale e sostenibile, con struttura antisismica in acciaio, tamponamenti ed isolamenti  in Biomattone in Canapa e Calce ad alta efficienza termo/acustica, realizzabile in tempi rapidi e con costi accessibili.

Nel caso specifico di Accumuli, la copertura e la parete posteriore, sono stati rivestiti in sughero CORKPAN faccia a vista. Il risultato è un interessante connubio di materiali e tecnologie costruttive, finalizzate al raggiungimento della massima efficienza e della massima qualità architettonica, in cui il sughero CORKPAN a vista ha contribuito in modo importante.

Grazie all’iniziativa della Confederazione Nazionale dell’Artigianato di Rieti è stato individuato sul territorio un progetto specifico capace di soddisfare le esigenze immediate del post-sisma.

Casa Hi-Low rappresenta la prima delocalizzazione post-sisma della Regione Lazio, il primo passo di un importante percorso di ricostruzione ma anche chiaro orizzonte di un nuovo concetto dell’abitare, sicuro, confortevole, economico e sostenibile.

Si ringraziano gli Arch. Leo e Massimo Pedone per l’ideazione  e la gestione del progetto.

Grazie a loro, in primis, la cittadinanza di Grisciano può avere un piccolo bazar per il primo approvvigionamento alimentare, oltre che un grande segno di speranza per il futuro.

Testi tratti e rielaborati dal sito casahi-low.

Gallery
Ultime bionews