Bionews

23 ottobre 2015

Tecnosugheri è partner del Master in Bioedilizia de La Sapienza a Roma

Tecnosugheri è partner del Master in Bioedilizia della Facoltà di Ingegneria de la Sapienza a Roma
Oltre ad essere partner scientifico, nel corso del Master 2016 saremo chiamati anche ad un intervento didattico e formativo a tema sughero!

Locandina 2016.jpgIl rapporto con il Master BIPS della Facoltà di ingegneria Civile e Industriale de La Sapienza di Roma è sempre più forte e strutturato.

Dopo un workshop, introdotto a corollario dell’evento principale nel giugno 2013, siamo stati chiamati a ripetere l’esperienza anche per l’edizione 2016.

Questa volta, però, saremo partner scientifici dell’evento e il nostro intervento didattico/formativo si terrà all’interno del programma del Master.

Non appena sarà comunicato il programma definitivo delle lezioni, che si terranno il venerdì e sabato dal mese di Gennaio 2016, vi informeremo anche della data del nostro intervento, all’interno della sezione Corsi ed Eventi del sito.

Ricordiamo che il Master BIPS è diretto dal Prof. Carlo CECERE e vede come Coordinatore Scientifico l’Ing. Carlo Patrizio, esperto di Bio-architettura e Professore a contratto di progettazione integrata e sostenibilità ambientale della Facoltà di Ingegneria de La Sapienza.

La scelta di Tecnosugheri come partner didattico

Nel corso del recente viaggio di studio svolto in Portogallo a giugno scorso, cui ha partecipato anche il Prof. Carlo Patrizio, è stato possibile apprezzare i valori di sostenibilità che l’intero processo produttivo garantisce e ciò sembra essere la qualità che, meglio di ogni altra, accomuna questo prodotto agli obiettivi formativi del Master.  Di seguito, riportiamo il commento lasciato sul nostro sito  dall’Ing. Patrizio al rientro in italia:

“Il viaggio studio organizzato da Tecnosugheri ha permesso di scoprire e conoscere a fondo il sughero auto-espanso e auto-collato, uno dei materiali più innovati e interessanti dell’edilizia.

In questa occasione è stato possibile toccare con mano le qualità del materiale, le sue brillanti prestazioni termiche, la sua capacità di resistenza al fuoco e da ultimo, il suo efficace e innovativo impiego anche come materiale di rivestimento faccia a vista. Un processo industriale in cui più del 90% dell’energia necessaria è prodotta da biomasse derivanti dallo stesso processo, insieme ad un approvigionamento della materia prima entro 50 km dai siti di trasformazione, completano il quadro di un materiale dalle enormi potenzialità. Il Viaggio di studio ha trovato il favore di tanti professionisti e operatori del mercato che fanno dell’approccio integrato al tema della sostenibilità ambientale, la cifra fondamentale della propria esperienza professionale e delle proprie sperimentazioni progettuali e che sono stati sollecitati anche dai numerosi casi di edifici già realizzati presso i quali sono stati svolti interessanti sopralluoghi.”

Ultime bionews