Sughero Corkpan

Reazione al fuoco

Iscriviti alla newsletter Iscriviti ai nostri workshop

Corkpan, autoestinguente per natura

Ad eccezione di vetro e roccia, classificati come ignifughi, ogni altro tipo di pannello isolante rientra nella stessa categoria di reazione al fuoco “Euroclasse E“, pur con evidenti e inconfutabili differenze di comportamento in caso di incendio. Una prova non normata  dimostra come siano necessari più di 90 min di fiamma a 700°C, per forare un pannello di sughero Corkpan da 40mm di spessore, senza che esso prenda mai fuoco.

Lo studio del Politecnico di Milano

Il motivo del comportamento alla fiamma del sughero Corkpan è stato analizzato dal Politecnico di Milano (Dip. Chimica – Prof. Giovanni Dotelli) e sintetizzato in un lavoro di tesi.

confronto corkpan eps - reazione al fuoco

La linea verde indica il limite massimo per l’inclusione nella Euroclasse E, mentre le linee rosse indicano il punto raggiunto dalla combustione nei due materiali. (Prova normata)

“Nella pratica una fiamma diretta sulla superficie di una lastra di sughero produce un progressivo annerimento dovuto alla carbonizzazione, seguito dalla formazione di piccole sezioni incandescenti che si estinguono nel giro di pochi secondi. Questo fa si’ che il sughero non sia in grado di sostenere una fiamma, e l’effetto dovuto ad una esposizione prolungata al fuoco produce, più che altro, lo sgretolamento del materiale in seguito alla evaporazione della suberina cristallizzata che funge da collante tra i granuli espansi del materiale. Questo si riscontra nelle applicazioni del pannello a mo’ di cappotto esterno, sia posato a faccia a vista, che intonacato. ”

Testo estratto dal lavoro di Tesi “EFFICIENZA ENERGETICA ED ECO-SOSTENIBILITÀ IN EDILIZIA – ANALISI LCA DEL PANNELLO CORKPAN E VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO AL FUOCO ” – Politecnico di Milano, 2014

Una prova empirica che vale più di 100 test

Prova di reazione al fuoco sughero tostato Corkpan

Una delle prove che colpisce maggiormente i professionisti che annualmente accompagniamo a visitare la fabbrica Amorim, è proprio quella della reazione al fuoco, in cui si vede come il pannello Corkpan da 4cm, colpito da fiamma a 700°C, non brucia, non propaga la fiamma e neppure il calore. Ne è la prova che, sulla faccia opposta del pannello, sia possibile posizionare qualunque oggetto o appoggiare una mano, senza percepire significative variazioni di temperatura.

Inoltre, una volta tolto il pannello dalla fiamma, sarà sufficiente rimuovere i primi millimetri di materiale carbonizzato, per vedere nuovamente il sughero nelle condizioni originali.

Ben diverso è il comportamento al fuoco dei pannelli isolanti sintetici, che. a contatto con la fiamma, si sciolgono nel giro di pochi secondi, producendo pericolosi gocciolamenti di materiale plastico incandescente.

A dimostrazione ottime proprietà di reazione al fuoco del sughero, si ricorda che il pannello Corkpan viene anche utilizzato all’interno di porte REI.

Atossicità dei fumi

Un altro elemento di diversità tra i materiali analizzati risiede nella produzione di fumi, derivanti dalla combustione dei diversi materiali. A contatto con la fiamma, il sughero Corkpan produce poco fumo, ma soprattutto non contiene sostanze dannose alla salute, cosa che invece non si può dire per i materiali sintetici.

Resistenza al fuoco del cappotto Corkpan

Il sistema cappotto SecilVit Cork, che include il pannello di sughero Corkpan, è stato certificato in Euroclasse B-s1-d0.